Ciao ragazze! Ciao ragazzi!

Se c’è una stagione in cui le nostre gambe sono sempre in primo piano, quella è l’estate. Pantaloni e vestiti lunghi si mettono da parte per lasciare spazio a costumi e vestiti più leggeri che scoprono le nostre gambe. Molte di voi mi hanno scritto in questi giorni, dopo che vi avevo fatto vedere sui social cosa faccio per mantenere le mie gambe toniche anche quando sono in vacanza, così ho pensato di scrivere questo articolo per mettere insieme i miei consigli per avere delle gambe al top anche al mare.

Non si tratta di rimedi magici ma semplicemente di alcuni accorgimenti che ci aiuteranno non solo a combattere il gonfiore e la ritenzione causati dal caldo estivo, ma anche a migliorare l’aspetto delle nostre gambe senza troppo sforzo, anche al mare o in vacanza.

·      PASSEGGIATA IN ACQUA O SULLA SABBIA A PIEDI SCALZI. Non solo camminare in spiaggia è un ottimo antistress, ma inoltre aiuta a riattivare, a tonificare, a rafforzare i muscoli delle gambe e ad alleviare il senso di stanchezza e pesantezza. E poi l’azione dell’acqua sulle gambe, oltre a rinfrescarci contro il caldo rendendo la nostra camminata più piacevole, facilita la risalita del sangue verso il cuore, migliorando la circolazione e l’ossigenazione del sangue stesso. Ovviamente, anche camminare nel modo giusto gioca un ruolo fondamentale. Avete mai sentito parlare di “camminata plantare”? Fino a qualche tempo fa anch’io ne sconoscevo i benefici ma poi, grazie alla mia coach l’ho scoperta ed ho capito quanto sia importante nella lotta contro la ritenzione. Infatti, la nostra pianta del piede è molto sensibile e ricca di nervi, ed a seconda della superficie in cui ci troviamo i muscoli del piede vengono stimolati. Di conseguenza, anche la nostra postura trarrà giovamento da questa stimolazione, che viene resa maggiore proprio dal fatto di camminare in un terreno cedevole come la sabbia. In questo modo, tutti i muscoli coinvolti nel movimento della gamba vengono coinvolti, con beneficio per la circolazione. Fare la camminata plantare è semplice, basta poggiare bene il piede a terra, iniziando dal tallone e facendo seguire tutto il resto del piede fino alla punta, e le dita del piede si “allargano”, per attivare bene tutte le terminazioni nervose. All’inizio sembrerà quasi innaturale ma man mano che vi abituerete a camminare così vedrete che non potrete più farne a meno. Provare per credere!

P.s. Volete un altro motivo per camminare sulla battigia? Lla sabbia bagnata funziona come scrub naturale che aiuta ad eliminare le cellule morte della pelle. Non solo sarete più tonificate, ma anche la vostra pelle ne gioverà!

·      GETTI DI ACQUA CALDA E FREDDA ALTERNATI SOTTO LA DOCCIA. Chi mi segue da tanto lo sa che io utilizzo sempre questa tecnica, perfino in inverno per aiutare la circolazione delle mie gambe (ed aiutare il mio sistema immunitario). L’alternanza dei getti caldo e freddo aiuta infatti ad allenare la muscolatura dei vasi sanguigni. In questo modo, il sangue sarà pompato verso i muscoli, stimolando la circolazione. È  come se stessimo allenando passivamente il nostro sistema cardiocircolatorio, aumentando anche la funzionalità del nostro sistema immunitario. 

Se siete curiose e non avete paura di soffrire il freddo, ecco come fare: bisogna sempre iniziare con l’acqua calda e concludere con quella fredda. Una volta scaldato il corpo, la sensazione di freddo risulta meno sgradevole. Come regola generale, circa 3-5 minuti di caldo (temperatura dell’acqua 36-38 gradi), poi 15-30 secondi di freddo (12-20 gradi).Idealmente bisognerebbe ripetere l’alternanza caldo-freddo 2-3 volte, arrivando fino ad un minuto di getti d’acqua fredda. Una volta fatto vi sentirete più rigenerate e le vostre gambe saranno super leggere.

·      GAMBE IN ARIA. Ed a proposito di gambe super leggere, ecco cosa fare, soprattutto se passate tanto tempo sedute o se vi si gonfiano le gambe a causa del caldo…  basta tenere le gambe sollevate per almeno 20 minuti al giorno. In questo modo avrete tantissimi benefici, primo tra tutti la decongestione dei fluidi ed un corretto ritorno venoso, che invece viene ostacolato dalla gravità. Di conseguenza anche l’edema alle gambe ed ai piedi sarà ridotto, così come la sensazione di affaticamento alle gambe. Il modo giusto per farlo è stendersi a terra o sul letto e poggiare le gambe sul muro mettendo le braccia lungo i fianchi e magari un supporto sotto il fondoschiena. Ovviamente 20 minuti è il minimo, ma potete stare in questa posizione fino a quando ne avete la possibilità. Fate attenzione quando vi alzate per la pressione, quindi fatelo con calma per evitare giramenti di testa. Un eventuale formicolio ai piedi è normalissimo e passerà in pochissimi secondi, una volta poggiati i piedi a terra. 

·      SPAZZOLATURA A SECCO. Anche conosciuta come “dry brushing”, la spazzolatura a secco è un altro rimedio che io amo particolarmente perché migliora tantissimo non solo la circolazione ma anche l’aspetto della nostra pelle. Non solo, con la spazzolatura a secco anche il nostro sistema linfatico trarrà grossi benefici, perché si andranno ad eliminare le tossine che si accumulano nelle ghiandole linfatiche. Questo perché la pelle, insieme a colon, fegato, reni e polmoni, è uno dei cinque organi attraverso i quali espelliamo le tossine. Per questo motivo, grazie a questo sistema si favorisce il benessere generale del nostro organismo, per cui è fondamentale inserire il dry brushing nella nostra routine settimanale, almeno 2-3 volte, anche se l’ideale sarebbe farlo tutti i giorni. Per effettuare una corretta spazzolatura a secco bastano pochi passaggi. Innanzitutto procurarsi una spazzola in fibre naturali in tampico con impugnatura e manico in legno. Se non sapete quale scegliere, eccovi qui il link di quella che uso io. La pelle poi deve essere asciutta e la spazzolatura deve avvenire nel senso della circolazione sanguigna, quindi partendo dal piede destro (che è il punto più lontano dal cuore), per risalire lungo le gambe e verso il bacino. I movimenti devono essere decisi ma ovviamente non vi dovete scorticare, e dovete fare attenzione alle zone più sensibili del corpo o a quelle che presentano problemi come psoriasi o lacerazioni. La spazzolatura deve essere fatta sia davanti che dietro andando dal basso verso l’alto. Una volta effettuato il massaggio, la cui durata mediamente è di 5-10 minuti, bisogna fare una doccia per eliminare tutte le cellule morte attaccate alla pelle. Anche se potete fare il dry brushing in ogni momento della giornata, in realtà è nella mattina che si hanno maggiori effetti, perché viene stimolato il sistema endocrino e viene rigenerato tutto l’organismo.

·      MASSAGGIO ANTICELLULITE CON COPPETTE. Questa tips è forse più avanzata rispetto a quelle di cui vi ho parlato finora, perché richiede l’impegno di massaggiare le nostre gambe, soprattutto nelle zone dove abbiamo più ritenzione, con delle speciali coppette che, passate sulla pelle in un certo modo e con l’aiuto di un olio che le fa scivolare meglio, permettono di realizzare un effetto “vacuum” in grado di favorire la microcircolazione e di combattere anche gli accumuli adiposi. Questo è possibile perché le coppette, richiamando il sangue in specifici punti del corpo, migliorano la circolazione e favoriscono la rimozione delle tossine: questo accelera il processo di guarigione dei muscoli o dei tessuti molli danneggiati da sforzi o lesioni. Per chi avesse paura che le coppette danneggino i vasi capillari in realtà è tutto l’opposto: l’uso delle coppette rafforza i vasi sanguigni ed eventuali capillari in evidenza piano piano risulteranno meno visibili fino quasi a sparire. Provato per certo a tutte le mie clienti alle quali ho inserito la coppettazione come protocollo a casa di mantenimento.

Mi raccomando, non utilizzate mai le coppette senza un olio perchè non solo non scivolerebbero bene sulla pelle, ma farebbero anche dei danni ai vostri capillari. Potete scegliere l’olio che più vi piace, quello che uso io è un olio intensivo anticellulite biologico 100% naturale a base di oli essenziali e lo compro su Amazon al link che trovate nella didascalia sotto la foto del prodotto:
https://www.amazon.it/Intensivo-cellulite-Dimagrante-essenziali-rosmarino/dp/B07657WYGD/ref=sr_1_6?adgrpid=77579161374&gclid=Cj0KCQjworiXBhDJARIsAMuzAuwh_G-pyjp-3lT70ShkgC9Kb5WQF8f-_qpoaY1oYSk3iFGqgpkIEAQaAjylEALw_wcB&hvadid=605731346803&hvdev=c&hvlocphy=1008021&hvnetw=g&hvqmt=e&hvrand=2465426727248416196&hvtargid=kwd-587474529351&hydadcr=28877_2397106&keywords=anticellulite+intensive+oil&qid=1661355340&sr=8-6

·     

GEL DEFATICANTE GAMBE MATTINA E SERA. Sia la mattina appena sveglie che (soprattutto) dopo un’intensa giornata di caldo in giro in città o al mare, non c’è niente di meglio che applicare un gel defaticante per le gambe per un effetto sollievo immediato. La combinazione tra i benefici del massaggio e la freschezza del gel e dei suoi principi attivi fanno tantissimo la differenza sul benessere delle vostre gambe.

Ci sono tantissimi gel defaticanti in commercio, ma io ne utilizzo due che alterno del marchio Yves Rocher: (Gel fresco lenitivo piedi e Gambe Leggere). Questo marchio, che utilizza ingredienti naturali, ha prodotti molto validi a costi decisamente accessibili, per cui non posso non consigliarvi questi gel perché fanno egregiamente il loro lavoro, eliminando quella sensazione di stanchezza e di fatica dai piedi e dalle gambe ad un prezzo super contenuto: entrambi li trovate nei negozi ed online a 9,95 ciascuno.

UTILIZZARE UN INTEGRATORE A BASE DI BROMELINA. E per finire, non potevo non inserire nella mia lista di consigli per avere gambe al top anche un integratore. E nell’immensa quantità di integratori in circolazione per le gambe, secondo me la bromelina vince a mani basse perché è un antinfiammatorio naturale, che riduce tutte le infiammazioni a livello sistemico ed aiuta ad espellere anche i liquidi extracellulari, drenando tantissimo le gambe. Ma non solo, la bromelina è anche un enzima proteolitico che aiuta la digestione in quanto aiuta a digerire le proteine, per cui potete assumerla non solo in estate ma anche durante tutto l’anno proprio perché agisce come antinfiammatorio generale. Per quanto riguarda la scelta del giusto integratore, il mio consiglio è quello di prendere una bromelina avente un giusto dosaggio, come quella della Solgar, che assicura che voi siate coperte per le 24 ore e che potete prendere anche ogni 6 ore, avendo la bromelina un’emivita di 6 ore appunto. Io la assumo in capsule ma in commercio potete trovare varie versioni, come l’estratto secco o la tintura madre, sta a voi scegliere cosa preferite.

Ovviamente il mio consiglio è quello di prendersi cura di sé 365 giorni l’anno, perché solo così si possono avere risultati consistenti e duraturi, anche perché questi rimedi non possono ovviare ad un’eventuale pigrizia di un anno intero ma semmai rappresentare un punto da cui partire per iniziare a prendersi cura di sé da settembre. A proposito di questo, vi aspetto da me in istituto da BodyFaceStudio a Catania dove insieme con le mie specialist potremmo consigliarvi il percorso giusto per rimodellare il vostro corpo e rendervi ancora più belle e sicure di voi. 

E voi cosa fate per il benessere delle vostre gambe in estate? Vi aspetto nei commenti per parlarne insieme. Nel frattempo, se l’articolo vi è piaciuto, date anche un’occhiata a questi: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.