Ciao ragazze! Ciao ragazzi!

uno dei miei mantra più famosi in materia di pelle riguarda l’importanza di applicare un filtro solare non solo in estate, quando i raggi solari sono più aggressivi, ma durante tutti e 12 mesi l’anno per prevenire qualsiasi tipo di problema, come macchie, rughe o invecchiamento precoce (se vi siete perse il mio articolo su come proteggersi dai raggi UVA e UVB leggete qui). Ma a maggior ragione, con l’arrivo della primavera è assolutamente consigliato proteggere la pelle con filtri che contengano una protezione adeguata.

A questo proposito, spesso mi capita di sentire ragazze che nonostante utilizzino delle ottime creme con protezione medio-alta, con filtro 50, incorrano lo stesso in macchie e mi chiedono il perché. Se la crema è una buona crema ed avete rispettato la data di scadenza, il problema può essere il cattivo utilizzo. Non basta, infatti, applicare la crema una sola volta: per mantenere la pelle schermata dai raggi è necessario riapplicarla ogni 2 ore, a maggior ragione se la vostra è una pelle mista o grassa o se sudate per via del caldo. Questo vale sempre, anche se non ci si bagna.

Altro motivo per cui spesso ci si macchia nonostante l’uso della protezione è dovuto alla costante esposizione alla luce diretta delle lampade, ed io ne so qualcosa perché quando lavoro devo costantemente puntarle in direzione del mio viso per avere maggiore visibilità nell’esecuzione dei miei lavori come il trucco semipermanente che richiede una grande precisione. In questi casi non è sufficiente utilizzare la classica protezione (chimica) ma è necessario abbinarla ad un filtro fisico da applicare sulle parti del viso, o anche sulle mani, che sono più soggette a macchiarsi. Anche dietro l’uso di strumenti che possono a prima vista sembrare innocui possono alla fine celarsi delle insidie per la nostra pelle.

FILTRO CHIMICO E FILTRO FISICO. DI COSA SI TRATTA?

Se non avevate mai sentito parlare di filtri chimici e filtri fisici siete nel posto giusto. 

Il filtro solare può essere chimico o fisico. La differenza consiste nella loro natura e nel loro meccanismo di azione. 

Infatti il filtro fisico (chiamato anche filtro minerale o inorganico) ha al suo interno delle particelle minerali che riescono a riflettere come uno specchio i raggi solari, creando una vera e propria barriera contro le radiazioni UV tramite un meccanismo di riflessione/diffusione. Le radiazioni vengono infatti riflesse dalla nostra pelle, per cui non avremo un surriscaldamento ma anzi, la nostra pelle rimarrà protetta efficacemente. Gli schermanti fisici più utilizzati sono l’ossido di zinco e il biossido di titanio.

OSSIDO DI ZINCO: è efficace sia con i raggi UVB che gli UVA. Si presenta come una polverina bianca e possiamo trovarlo in numerosi prodotti makeup per il suo potere pigmentante e nelle creme per i più piccoli grazie alle sue proprietà antibatteriche, lenitive e per il suo effetto barriera. Ad oggi la maggior parte dei filtri all’ossido di zinco sono utilizzati in combinazione all’ossido di titanio, soprattutto nelle formulazioni in cui non vengono impiegati i filtri chimici.
BIOSSIDO DI TITANIO: questo tipo di filtro è maggiormente efficace contro i raggi UVB e, se arricchito con il manganese, è efficace anche contro i raggi UVA. 

Nonostante questi filtri siano ben tollerati dalla pelle, spesso non sono amati perché la loro texture è molto pesante, per cui risulta difficile la loro applicazione in quanto lasciano la tanto odiata patina bianca sul viso. Inoltre, avendo questo effetto un po’ occludente, se applicate su un viso con pelle mista o grassa, possono portare a qualche brufoletto. Io, per esempio, avendo una pelle mista, solitamente applico un filtro chimico dalla texture molto più leggera, e nelle parti del viso più delicate e soggette a macchie (come contorno occhi e baffetto) applico anche un filtro fisico.

Ovviamente anche la ricerca sta facendo grandi passi e le ultime creme in commercio con filtro fisico stanno man mano ovviando a questo problema, creando filtri con particelle più piccole e più performanti per la nostra pelle. Uno dei marchi che preferisco è infatti SVR che ha creato alcuni filtri estremamente performanti, pensati per ogni tipo di pelle e per ogni esigenza. I miei preferiti sono:

SUN SECURE Écran Minéral Teinté SPF50+: questo prodotto riesce a coniugare il potere di una crema protettiva con la copertura di un fondotinta. Pur avendo un filtro solare molto alto, questo prodotto infatti non lascia alcun effetto maschera, ma regala un incarnato uniforme e senza imperfezioni per tutto il giorno. Questo prodotto è disponibile in due versioni: crema secca al tatto (dry-touch) per pelle da normale a mista e crema confortevole per pelle da secca a molto secca. Io ho scelto la versione per pelli miste e colorata ma il brand ha creato anche una versione classica, pensata per chi vuole un semplice filtro solare senza alcuna colorazione. Piccolo consiglio? se volete acquistare questa crema ed avete in previsione di abbronzarvi, vi consiglio un tono appena più scuro per sposarsi meglio con un incarnato più dorato.

60 gr, prezzo: 21 euro

PROTEZIONE TRASPARENTE UVB + UVA + VISIBILE + INFRAROSSO: questo meraviglioso stick è da tenere sempre in borsa e portarlo ovunque. Perfetto per tutte le zone sensibili esposte al sole come naso, guance, orecchie, contorno occhi, labbra o mani, garantisce un’elevata protezione contro i raggi UVA e UVB. La sua texture è totalmente trasparente ed ha una consistenza molto leggera sulla pelle. Io lo utilizzo generalmente proprio sulle zone del mio viso più esposte ai raggi, per evitare che si macchino.

Prezzo: 13,50 euro

Nel caso in cui doveste già avere delle macchie al viso, niente paura! Esistono creme che possono proteggervi e depigmentare le macchie allo stesso tempo, come la DEPI50+ di Canova: Questa crema è appositamente studiata per attenuare e prevenire le discordie cutanee fotoindotte. Formulata a base di Exilresorcinolo allo 0,5%, che interviene sul processo di formazione e comparsa delle macchie favorendone la riduzione, di Niacinamide ad azione schiarente e di Acido Salicilico microincapsulato, dall’azione esfoliante, questa crema ha un grande sistema filtrante e svolge un’azione protettiva verso i raggi UVA-UVB. (Tubo da 50 ml, prezzo: 34,50 euro ma esiste anche la versione da 100 ml).

E dopo aver parlato dei pro e dei contro dei filtri fisici, è il momento di parlarvi dei filtri chimici. Detti anche filtri solari organici, questi filtri contengono sostanze che assorbono le radiazioni ultraviolette, rilasciando l’energia catturata sotto forma di calore. A differenza quindi dei filtri fisici che riflettono i raggi, i filtri chimici invece li assorbono in modo selettivo, ed una volta assorbiti, le radiazioni prodotte dai raggi vengono scomposte trattenendo l’energia per poi rilasciarla sotto forma di calore. 

Il vantaggio dei filtri chimici è dato principalmente dalla texture, molto più impalpabile e scorrevole sulla pelle mentre un loro possibile svantaggio è che possono dare irritazioni, fototossicità e sensibilizzazioni, ma anche a reazioni fotochimiche e in alcuni casi ad una riduzione dell’efficacia. 

Addirittura, alcuni filtri chimici sembrano essere stati associati da studi a danni al sistema endocrino. Tra questi il Benzophenone, che è stato accertato come distruttore endocrino oppure l’Octinoxate, un ingrediente che pare sia associato a pesanti ricadute sulla salute umana e sull’ambiente.

Per questo è fondamentale controllare attentamente l’INCI del prodotto e scegliere quello che fa maggiormente per la propria pelle. Negli ultimi anni c’è un’attenzione sempre maggiore agli ingredienti presenti in questo tipo di protezioni, e molte case farmaceutiche hanno creato prodotti molto attenti alla salute ed all’ambiente marino. Uno dei miei brand preferiti è CANOVA che tratto anche nel mio studio, BodyFaceStudio e che propongo alle mie clienti per la stima che ho nei confronti di questo marchio. Tra i tanti prodotti che offrono, le protezioni che uso giornalmente sono:

ACNELL 50+ CREMA RESTITUTIVA: questa crema non solo garantisce una protezione molto alta, ma è anche pensata per pelli miste, grasse ed a tendenza acneica. Infatti, grazie ai suoi ingredienti (azeloglicina, olio di mirtillo rosso e trealosio) favorisce la prevenzione delle imperfezioni acneiche e la formazione di sebo, ripristinando l’equilibrio idrolipidico in caso di pelli stressate da trattamenti farmacologici.

Prezzo: 25,50 euro

REOXALL 100S – FOTOPROTEZIONE FLUIDA SPF50+: è una protezione solare dalla texture super leggera che la rende perfetta per la pelle del viso, anche la più delicata. A base di attivi antiossidanti, come l’Acido Lipoico, che aiuta a prevenire l’invecchiamento precoce della pelle, e di Acido Ialuronico reticolato e Acido 18-β- Glicerico dall’azione idratante e antiage.

Prezzo: 30 euro

COSA SCEGLIERE?

Ovviamente la scelta è sempre soggettiva e dipende dal vostro tipo di pelle, da eventuali problematiche e dal tipo di protezione che volete ottenere. Il mio consiglio è di non scegliere ma di cercare di abbinare entrambi i filtri per una protezione massima, magari stendendo un filtro chimico su tutto il viso ed uno fisico solo sulle zone che volete proteggere maggiormente. Se la vostra è però una pelle secca o che non presenta particolari problemi di sebo e volete scegliere, probabilmente il filtro fisico resta sempre il più performante per prestazioni e durata.

Spero che questo articolo vi sia stato utile e vi possa guidare nella scelta della protezione solare più adatta alle vostre esigenze! Per qualsiasi domanda o perplessità vi aspetto nei commenti!

Nel frattempo, se l’articolo vi è piaciuto, date anche un’occhiata a questi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.